Home

Resoconto di una lunga chiacchierata con il giornalista Ramòn Lobo, pubblicato su Pubblico del 21 dicembre del 2012. Per approfondire sulla crisi di El Paìs, vedi questo post.

«Nelle redazioni manca il talento e abbonda la pigrizia». L’intervista, la inizia lui ancora prima di ascoltare le domande. Ha molto da raccontare e da dire, Ramón Lobo, capelli bianchi, occhi azzurrissimi ed energia da vendere. Nulla di strano da parte di chi, per vent’anni, è stato un corrispondente di guerra di El País, il quotidiano spagnolo più letto nel mondo. Ora è tra i 129 che, lo scorso novembre, ne sono stati licenziati.

Juan Luís Cebrián, direttore di Prisa, maggior holding editoriale del Paese, ha scelto di tagliare un terzo della redazione per risparmiare 14 milioni euro, nonostante i 12 che nel 2011 ne ha guadagnati il giornale: sono le regole del gioco dettate dalla Liberty Acquisition Holding, che dal 2010 controlla il 75 percento del gruppo e garantisce importanti bonus ai suoi alti dirigenti.

Ma come altre firme insigni espulse dal quotidiano, Lobo non ha intenzione di starsene con le mani in mano.

Continua a leggere su pubblicogiornale.it

I post come questo, della sezione del blog  ‘media e giornalismi’, sono un piccolo contributo alle idee che circolano, in rete e non, sul presente e il futuro del giornalismo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...