Home

“Le inchieste giornalistiche di domani non consisteranno nella narrazione di una storia di 15.000 parole, ma saranno robusti reportage con visualizzazioni di dati e ‘fusion tables'”.

Lo dice, ritratto nel video di El País, Richard Gingras, responsabile di Google News. Secondo questo guru dell’ informazione online, il giornalismo sopravviverà solo se sarà capace di cambiare attitudine rispetto al lettore. Per farsi un’ idea dei modelli di “data journalism” a cui Gingras fa riferimento -senza scomodare mostri sacri del giornalismo- basta dare un’occhiata al reportage sul debito dei partiti politici spagnoli con le banche de lainformacion.com, all’ evoluzione del patrimonio dei ministri kirchneriani de lanacion.com o alla mappa delle elezioni catalane a cui ho già accennato qui.

I post come questo, della sezione del blog  ‘media e giornalismi’, sono un piccolo contributo alle idee che circolano, in rete e non, sul presente e sul futuro del giornalismo. 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...