Home

Lunedí 18 di giugno i minatori spagnoli marceranno per le grandi cittá del nord del Paese. Secondo quanto si commenta nei corridoi dei sindacati del settore, si prevede una escalation importante della protesta, in corso da piú di un mese.

I minatori del nord arrivarono a Madrid lo scorso 31 di maggio. 3.000 di loro, molti con gli autobus messi a disposizione dal sindacato maggioritario del settore, Comisiones Obreras (CCOO). La protesta, in casa, nelle Asturie e nei dintorni di León, cuore minatore della Spagna, ha fatto terra bruciata. Letteralmente: autostrade tagliate, barricate di copertoni, scontri violenti con la polizia che sono state catturati dalle grandi agenzie nazionali e internazionali.

Foto di Juan Manuel Serrano per APPhoto

La protesta dei minatori non é nuova. Viene da lontano e, soprattutto, ha vari fronti aperti. Ma a dare una spallata all’ industria minera ci ha pensato proprio l’ attuale Governo. Il taglio, nei conti per questo 2012, é stato del 62% rispetto all’ anno scorso e non ha tenuto conto del piano previsto per il settore per il periodo 2006-2012. La conseguenza, assicurano i sindacati “causeranno la chiusura di tutta l’ attivitá mineraria” del Paese, un’ attivitá che dovrá cessare, secondo quanto regolato con l’ UE, nel 2018.

Minatore nella comarca di Gordón. Foto: Olmo Calvo per Diagonal

Un altro fronte, meno vistoso, é quello energetico : il modello di sviluppo che impulsa l’ uso del carbone non é certo quello “verde” che si vorrebbe (per ora quasi solo a parole) per il futuro. Ma la voglia del esecutivo attuale di scegliere una via energetica piú sostenibile sembra piuttosto scarsa, sopratutto dopo che ha congelato le contrattazioni di qualunque tipo di progetto legato alle energie rinnovabili. “Non dobbiamo dimenticare che dietro alla fine dell’ uso del carbone c’é la scelta per l’ energia nucleare”, spiega ArturoCravan, opinionista per arainfo.org e partecipante in movimenti sociali di Aragón. “Giá negli anni ’70 si cercó di costruire centrali nucleari in localitá come Escatróm e Sástago, e causó una grande mobilitazione sociale che, insieme alla crisi economica del momento, impedí che il progetto si finalizzasse”.

Ai minatori arrivati a Madrid, ció che interessa é il futuro dei propri posti di lavoro. Un futuro segnato nel 2018, quando si fermerá, d’accordo con le politiche stabilite con l’ Europa, la produzione del carbone. Ma, in Spagna, nelle “cuencas mineras” ci sono intere popolazioni che continuano a vivere solo ed esclusivamente della produzione del carbone. In una recente manifestazione, uno striscione riassumeva il quid delle rivendicazioni dei minatori spagnoli: “non é violenza, é sopravvivenza”.

Un po’ per le immagini spettacolari che hanno lasciato al loro passaggio per le terre del nord, un po’ per l’ interesse informativo e un po’ per l’ appoggio arrivato da sindacati storici del carbone -come quelli inglesi- la questione ha avuto una certa ripercussione sulla stampa internazionale. Ecco alcuni link utili in altre lingue:

-The Daily Mail: Spanish miners fight furious battles with riot police as they protest austerity cuts to coal subsides

– The Guardian:  The Spanish miners’ strike puts their rulers on even shakier ground

– EuroNews: Lotta ad oltranza dei minatori spagnoli contro tagli al settore

– [A mio avviso il piú interessante] The Week: Miners of Asturias rise up against austerity

E, tutti i giorni, via Twitter: #ResistenciaMinera

Annunci

One thought on “I minatori spagnoli si armano contro l’ austerità

  1. Pingback: Caccia al minatore a Ciñera, il paese che si barrica con i minatori « Cortado Amaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...